HOME
DOPPIAGGIO
CAMPAGNA
ANTI-RIDOPPIAGGIO
BIOGRAFIE
OSCAR
HOLLYWOOD
PICTURES
CARTOONS

















I PRIGIONIERI DEL CIELO

(The High and the Mighty)




Regia: William A. Wellman
Cast: John Wayne ... Dan Roman
Claire Trevor ... May Holst
Laraine Day ... Lydia Rice
Robert Stack ... John Sullivan
Jan Sterling ... Sally McKee
Phil Harris ... Ed Joseph
Robert Newton ... Gustave Pardee
David Brian ... Ken Childs
Paul Kelly ... Donald Flaherty
Sidney Blackmer ... Humphrey Agnew
Julie Bishop ... Lillian Pardee
Pedro Gonzalez Gonzalez ... Gonzales
John Howard ... Howard Rice
Wally Brown ... Lenny Wilby, navigator
William Campbell ... Hobie Wheeler
John Qualen ... Jose Locota
Ann Doran ... Clara Joseph
Paul Fix ... Frank Briscoe
Joy Kim ... Dorothy Chen
George Chandler ... Ben Sneed
Michael Wellman ... Toby Field
Douglas Fowley ... Alsop
Regis Toomey ... Tim Garfield
Carl 'Alfalfa' Switzer ... Ensign Keim
Robert Keys ... Lieutenant Mowbray
William Hopper ... Roy
William Schallert ... Dispatcher
Julie Mitchum ... Susie Wilby
Doe Avedon ... Miss Spalding
Karen Sharpe Kramer ... Nell Buck
John Smith ... Milo Buck
Sceneggiatura: Ernest K. Gann da una sua novella
Fotografia: Archie Stout, William Clothier (Technicolor, CinemaScope)
Montaggio: Ralph Dawson
Scenografia: Alfred Ybarra
Costumi: Gwen Wakeling
Musiche: Dimitri Tiomkin
Produttore: Robert Fellows per la Warner Bros
Anno: 1954 NazionalitÓ: USA colore 147 min.
1 Oscar: miglior colonna sonora
5 Nomination: miglior regia, attrice non protagonista (Sterling, Trevor), montaggio, canzone ("The High and the Mighty" di Tiomkin, Ned Washington)
1 Golden Globe: miglior attrice non protagonista (Sterling)




Nell'aereo che dalle Hawaii Ŕ diretto a San Francisco improvvisamente scoppia una rissa e un colpo di pistola colpisce uno dei motori. Il comandante Dan Roman (Wayne) prontamente riesce a controllare il mezzo e a portarlo a destinazione.

Tratto da un opera di grande successo di Gann, qui anche sceneggiatore, il film Ŕ un ante litteram di quello che sarÓ poi il filone degli "Airport", interessante sotto il profilo della suspense, della psicologia dei vari personaggi all'interno dell'aereo, ma molto lungo nella durata. Wellman si aiuta anche attraverso l'uso dei flashback interessanti per mostrare allo spettatore le paure e le ansie dei passeggeri. Buona la colonna sonora di Tiomkin, ma soprattutto la canzone ne divverÓ un hit dell'anno e sarÓ persino utilizzata ai funerali di John Wayne quando morirÓ nel 1979. Il film uscý nelle sale il 3 luglio 1954 e incass˛ circa $ 8.500.000, di cui il regista aveva diritto ad un terzo della somma, che gli servý a sistemarsi finanziariamente.





Trailer concesso da




















Top Back